Notizie

immagine A Londra curati dal medico virtuale

A Londra curati dal medico virtuale

Nel Regno Unito il futuro sembra già essere arrivato. Il Sistema Sanitario Nazionale ha stipulato una convenzione con un'azienda privata per l'utilizzo (momentaneamente solo nell'area di Londra) del servizio 'GP at Hand' (cioè 'Medico di Famiglia a portata di mano'). Si tratta di un'applicazione a cui il paziente si collega, indica i propri sintomi e, attraverso algoritmi predefiniti, riceve una diagnosi. Nel 2018 sono state effettuate 300 mila visite virtuali su 50 mila pazienti con i seguenti risultati: il 50% delle richieste si sono risolte con una risposta ritenuta accettabile; per il 30% dei casi è stata necessaria una visita virtuale a distanza; solo nel 20% è stata necessaria una visita da parte di un medico in carne ed ossa.

immagine Un sito contro le bufale in medicina

Un sito contro le bufale in medicina

E' on line, dopo un anno di lavoro, il sito https://dottoremaeveroche.it/, il portale creato dalla Fnomceo (Federazione nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e Odontoiatri) per limitare il diffondersi delle bufale (o fake news) sanitarie sul web.

"Otto pazienti su 10, secondo le statistiche, consultano internet per cercare informazioni sulla salute - spiega Alessandro Conte, coordinatore del gruppo di lavoro della Fnomceo per il nuovo progetto web -. E d'altro canto, la stessa percentuale di pazienti si rivolge poi al proprio medico per chiarimenti sulle notizie intercettate in internet. Il titolo del nuovo portale rispecchia la tipica domanda che i pazienti rivolgono al dottore di famiglia in questi casi. L'obiettivo è quello di una maggiore "alfabetizzazione" sanitaria, visto che un italiano su 2 non è in grado di consultare il web in modo efficace, non distinguendo le fonti attendibili da quelle che non lo sono".